Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Arboricoltura (Anno Accademico 2016/2017)

Oggetto:

ARBORICULTURE

Oggetto:

Anno accademico 2016/2017

Codice dell'attività didattica
AGR0113
Docente
Prof. Cristiana PEANO (Affidamento interno)
Corso di studi
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno
3° anno
Tipologia
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza
8
SSD dell'attività didattica
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti
Nessuno / None
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Illustrare i principali scenari, le problematiche e il ruolo dell’arboricoltura a livello internazionale e locale. Fare conoscere le influenze reciproche e le relazioni tra colture arboree e ambiente. Fornire le basi scientifiche e tecniche sulla gestione dei sistemi frutticoli, con riferimento agli aspetti morfologici, fisiologici ed agronomici.

Descrivere le tecniche frutticole per l’ottenimento di produzioni di qualità delle principali specie coltivate dei climi temperati.

 

To describe the main scenarios, problems andimportance of arboriculture at international and local level. To clear  the influences and relations between arboriculture and environment. To give scientific and technical information on orchard management .To describe the main agro techniques. to obtain quality productions of fruit and nut species of the temperate zone.

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

 

Conoscere gli scenari e le problematiche dell’arboricoltura e dei principali sistemi frutticoli. Acquisire gli elementi fondamentali di tecnica frutticola.

 

To know scenarios and problems concerning arboriculture and the main orchard systems. To acquire the fundamental agrotechniques regarding fruit growing.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

 

Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di laboratorio e visite sul territorio. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono  a disposizione degli studenti su campusnet.unito.it

 

The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work and visits. For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are available to students (campusnet. unito.it)

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

saranno effettuate verifiche orali. Il colloquio orale finale (esame) prevede la verifica della capacità di ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite.

 

 

oral tests will verify the learning process. The final evaluation will take a penalty for each question wrong.

 

Oggetto:

Programma

area di apprendimento: PRODUZIONI VEGETALI

  • Introduzione al corso, aree geografiche di coltura delle piante arboree, statistiche nazionali e mondiali.
  • Inquadramento agronomico, pomologico e sistematico delle specie arboree ed arbustive coltivate.
  • Organografia. Apparato ipogeo: funzioni e sviluppo, estensione. Apparato epigeo: fusto, chioma, branche, rami, gemme, foglie, fiori e frutti.    
  • Ciclo annuale della pianta. Accrescimento dei germogli e dominanza apicale. Accrescimento e sviluppo delle piante. Stadio giovanile, adulto e di senescenza. Dormienza e fabbisogno in freddo
  • Ciclo di fruttificazione. Induzione e differenziazione a fiore. Fecondazione. Colatura. Partenocarpia. Sterilità. Allegagione. Cascola. Accrescimento dei frutti. Climaterio e maturazione.          
  • Clima e piante arboree. Effetti di temperatura e umidità. Avversità climatiche e difesa.  
  • Suolo e piante arboree. Ruolo degli elementi minerali. Esigenze nutrizionali e idriche.    
  • Riproduzione: dormienza e germinazione dei semi; trattamenti per favorire la germinazione.
  • Propagazione vegetativa: talea. Interventi per favorire la radicazione (mist, fog, riscaldamento basale, fitoregolatori). Propaggine e margotta. Micropropagazione.           
  • Innesto: istogenesi. Affinità e disaffinità. Influenza tra i bionti. Tipi di innesto. Cura alle piante innestate. Reinnesto. Generalità sui portinnesti.                      
  • Tecnica colturale: impianto e gestione dell'arboreto. Vocazione ambientale. Progettazione e impianto, sesti, architettura della pianta e dell'arboreto.       
  • Fabbisogni nutritivi. Diagnostica fogliare. Fabbisogni idrici delle piante arboree. Effetti dell'acqua sulla produttività delle piante e sulla qualità dei frutti. Stress idrici.                  
  • Principi di potatura. Tipi di potatura. Potatura di formazione e di produzione.  Forme di allevamento.  
  • Gestione del suolo. Inerbimento. Pacciamatura.      
  • Raccolta. Determinazione dell’epoca con l’uso di indici di maturazione.              
  • Tecniche di raccolta manuale, meccanica, agevolata. Conservazione del prodotto.          
  • Rosacee da frutto maggiori: melo, pero, pesco, susino, ciliegio, albicocco. Frutta secca: mandorlo, nocciolo, noce, castagno, pistacchio.   
  • Piccoli frutti: lampone, rovo, ribes, mirtillo.  Fruttiferi minori         
  • Visite tecniche ad impianti specializzati.           

  

 

 learning context: fruit production

  • Introduction to the course, species distribution, production areas and statistics
  • Species and varieties: systematic
  • Botany: physiology, flowering, pollination and      fruit set, fruit growth and thinning
  • General environment and climate
  • Establishing the planting: spacing and layout
  • Cultural practices: soil plant complex, nutrient      availability, fertilizer practice, irrigation, mulching
  • Plant efficiency: growth and yield
  • Crop maturity, harvest, post harvest storage,      nutritional value
  • Species description: major pome and stone fruits
  • Nuts: almond, hazelnut, walnut, chestnut,      pistachio
  • Berryfruit and      minor fruit species
  • Technical visits

  • Introduzione al corso, aree geografiche di coltura delle piante arboree, statistiche nazionali e mondiali.
  • Inquadramento agronomico, pomologico e sistematico delle specie arboree ed arbustive coltivate.
  • Organografia. Apparato ipogeo: funzioni e sviluppo, estensione. Apparato epigeo: fusto, chioma, branche, rami, gemme, foglie, fiori e frutti.    
  • Ciclo annuale della pianta. Accrescimento dei germogli e dominanza apicale. Accrescimento e sviluppo delle piante. Stadio giovanile, adulto e di senescenza. Dormienza e fabbisogno in freddo
  • Ciclo di fruttificazione. Induzione e differenziazione a fiore. Fecondazione. Colatura. Partenocarpia. Sterilità. Allegagione. Cascola. Accrescimento dei frutti. Climaterio e maturazione.          
  • Clima e piante arboree. Effetti di temperatura e umidità. Avversità climatiche e difesa.  
  • Suolo e piante arboree. Ruolo degli elementi minerali. Esigenze nutrizionali e idriche.    
  • Riproduzione: dormienza e germinazione dei semi; trattamenti per favorire la germinazione.
  • Propagazione vegetativa: talea. Interventi per favorire la radicazione (mist, fog, riscaldamento basale, fitoregolatori). Propaggine e margotta. Micropropagazione.           
  • Innesto: istogenesi. Affinità e disaffinità. Influenza tra i bionti. Tipi di innesto. Cura alle piante innestate. Reinnesto. Generalità sui portinnesti.                      
  • Tecnica colturale: impianto e gestione dell'arboreto. Vocazione ambientale. Progettazione e impianto, sesti, architettura della pianta e dell'arboreto.       
  • Fabbisogni nutritivi. Diagnostica fogliare. Fabbisogni idrici delle piante arboree. Effetti dell'acqua sulla produttività delle piante e sulla qualità dei frutti. Stress idrici.                  
  • Principi di potatura. Tipi di potatura. Potatura di formazione e di produzione.  Forme di allevamento.  
  • Gestione del suolo. Inerbimento. Pacciamatura.      
  • Raccolta. Determinazione dell’epoca con l’uso di indici di maturazione.              
  • Tecniche di raccolta manuale, meccanica, agevolata. Conservazione del prodotto.          
  • Rosacee da frutto maggiori: melo, pero, pesco, susino, ciliegio, albicocco. Frutta secca: mandorlo, nocciolo, noce, castagno, pistacchio.   
  • Piccoli frutti: lampone, rovo, ribes, mirtillo.  Fruttiferi minori         
  • Visite tecniche ad impianti specializzati.           

  

 

 

  • Introduction to the course, species distribution, production areas and statistics
  • Species and varieties: systematic
  • Botany: physiology, flowering, pollination and      fruit set, fruit growth and thinning
  • General environment and climate
  • Establishing the planting: spacing and layout
  • Cultural practices: soil plant complex, nutrient      availability, fertilizer practice, irrigation, mulching
  • Plant efficiency: growth and yield
  • Crop maturity, harvest, post harvest storage,      nutritional value
  • Species description: major pome and stone fruits
  • Nuts: almond, hazelnut, walnut, chestnut,      pistachio
  • Berryfruit and      minor fruit species
  • Technical visits

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Baldini E. - Arboricoltura generale. Ed. Clueb,Bologna.

AA., VV.- Frutticoltura generale e speciale. REDA, Roma.
Rieger M. - Introduction to fruit crops. Haworth Food & Agricultural Products Press.New York,London, Oxford., 2006.

Sansavini S - Nuove frontiere dell’arboricoltura italiana, 2007.

Sansavini S., Costa G., Gucci R., Inglese P., Ramina A., Xiloyannis C. – Arboricoltura generale. Pàtron Editore, Bologna, 2012.

Sansavini S., Ranalli P. – Manuale di ortofrutticoltura. Innovazioni tecnologiche e prospettive di mercato. Edagricole, 2012.

 

Baldini E. - Arboricoltura generale. Ed. Clueb,Bologna.

 

AA., VV.- Frutticoltura generale e speciale. REDA, Roma.
Rieger M. - Introduction to fruit crops. Haworth Food & Agricultural Products Press.New York,London, Oxford., 2006.

Sansavini S - Nuove frontiere dell’arboricoltura italiana, 2007.

Sansavini S., Costa G., Gucci R., Inglese P., Ramina A., Xiloyannis C. – Arboricoltura generale. Pàtron Editore, Bologna, 2012.

Sansavini S., Ranalli P. – Manuale di ortofrutticoltura. Innovazioni tecnologiche e prospettive di mercato. Edagricole, 2012.



Oggetto:

Note

 

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 25/05/2016 13:39
Non cliccare qui!