Vai al contenuto principale
Oggetto:

Biotecnologie genetiche applicate ai sistemi agro-forestali

Oggetto:

Anno accademico 2006/2007

Codice dell'attività didattica
S1086
Docente
Piero BELLETTI (Affidamento)
Corso di studi
[f001-c207] laurea spec. in biotecnologie agrarie vegetali
Anno
2° anno
Tipologia
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza
4
SSD dell'attività didattica
AGR/07 - genetica agraria
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

fornire conoscenze e strumenti di tipo biotecnologico atti ad affrontare le problematiche di analisi, valutazione e gestione degli ecosistemi agro-forestali, con particolare riferimento agli aspetti legati alla salvaguardia delle risorse genetiche.
Oggetto:

Programma

1. Concetti generali di ecologia
Gli ecosistemi. Comunità e rapporti tra specie al loro interno. Dominanza e diversità. Successioni primarie e secondarie. Climax. Zone fitoclimatiche e paesaggi italiani. Il bosco: definizione, importanza e funzioni. Caratteristiche degli ecosistemi forestali nel mondo e il Italia. Concetti generali di selvicoltura. Selvicoltura naturalistica e arboricoltura da legno. Sistemi selvicolturali. Forme di governo e di trattamento dei boschi. Rinnovazione naturale e artificiale.
2. La variabilità genetica
Autogamia ed allogamia. Significato ecologico ed evolutivo. Condizioni che favoriscono l’allogamia, con particolare riferimento alle specie forestali. Effetti del sistema gamico sulla struttura genetica delle popolazioni. Progresso genetico verso l’omozigosi a seguito di inbreeeing. La variabilità genetica: distribuzione, significato evolutivo e importanza. I centri di origine e di domesticazione delle specie coltivate. Gli effetti della domesticazione delle specie di interesse agrario. L’erosione genetica: cause e conseguenze.
3. La conservazione delle risorse genetiche
La conservazione delle risorse genetiche. Metodi in situ, in horto ed ex situ. Riserve biogenetiche ed aree ad agricoltura tradizionale. Le Banche del Germoplasma e le problematiche legate alla loro gestione. Semi ortodossi e recalcitranti. La caratterizzazione delle risorse genetiche conservate. Strutture nazionali ed internazionali per la salvaguardia delle risorse genetiche. L’IPGRI. Aspetti socio-politici legati allo sfruttamento delle risorse genetiche. Bio-pirateria. Effetti della brevettabilità degli esseri viventi sulla biodiversità.
4. Analisi della variabilità genetica in specie forestali
Lo studio della variabilità genetica delle specie forestali: aspetti peculiari. I marcatori genetici utilizzabili. Marcatori morfologici, fenologici, biochimici e molecolari. Applicabilità e analisi comparativa. Interpretazione dei dati di variabilità genetica: misure quantitative e indici di ricchezza allelica. Stima del livello di biodiversità. Indice di fissazione. Differenziazione genetica.
5. Propagazione delle specie forestali
Problematiche legate alla propagazione delle specie forestali. La moltiplicazione vegetativa. Boschi da Seme ed Arboreti da Seme. Arboreti clonali ed ottenuti da seme. Criteri per la realizzazione degli Arboreti da Seme. Le legislazione comunitaria e nazionale sul materiale di propagazione forestale. La Direttiva CE 105/1999. Il Decreto Legislativo 386/2003. Regioni di provenienza e certificazione del materiale. Aspetti genetici dell’attività vivaistica: raccolta e lavorazione dei semi, conservazione dei semi e ottenimento di materiale idoneo per rimboschimenti.
6. Miglioramento genetico di specie forestali
Aspetti particolari ed obiettivi del miglioramento genetico forestale. Impostazione di un programma di breeding. La selezione. Concetti generali e importanza nei programmi di miglioramento genetico delle specie forestali. Ereditabilità e progresso genetico. Metodi per l’incremento del guadagno genetico. Progeny test. Attitudine generale e specifica alla combinazione. Metodi di breeding per selezione. Selezione interecotipica ed intraecotipica. Selezione clonale, fenotipica e per famiglie half-sib e full-sib.
Oggetto:

Testi consigliati e bibliografia

Piussi P, 1994. Selvicoltura speciale. UTET, Torino, ISBN 88-02-05869-X
Young A, Boshier D, Boyle T, 2000. Forest Conservation Genetics. CSIRO Publishing, Collingwood. ISBN 0-643-06260-2
Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 08/10/2007 13:38
Location: https://www.sta.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!